Questo negozio utilizza i cookie e altre tecnologie in modo che possiamo migliorare la tua esperienza sui nostri siti. Ok

Cerca sul blog

I più venduti

Logo Trovaprezzi

SPIRULINA

Pubblicato : 06/04/2021 18:11:39

SPIRULINA

La spirulina è un’alga che cresce nelle acque lacustri tendenzialmente dolci e raramente in quelle salate. Per la sua natura dunque è povera di sodio e ha un colore tra il verde e il turchese scuro che viene usato ancora oggi come colorante dei cibi. Gli studiosi fanno risalire la sua esistenza almeno a 3,5 miliardi di anni fa ed è stato accertato che il primo popolo che ne fece un uso alimentare fu quello degli Aztechi, insieme alle popolazioni dell’America Centrale e altre dell’Africa continentale. Riconosciuta come un “super alimento” dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dall’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura), la Spirulina è oggi considerata l’alimento più completo per l’umanità grazie alla sua particolar composizione nutrizionale. E' infatti un alimento molto ricco di vitamine, di proteine che sono la parte nutritiva più pronunciata che occupa più del 60% della sua composizione, ma anche di minerali, aminoacidi (18 in tutto) e il beta carotene. 

Le origini sull’uso della Spirulina sono molto antiche, la ricerca suggerisce che i primi ad utilizzarla nella propria alimentazione sono stati gli Aztechi. Nel XVI secolo, quando gli invasori spagnoli conquistarono il Messico, scoprirono che gli Aztechi, abitanti nella Valle del Messico con capitale Tenochtitlan, raccoglievano dal lago Texcoco uno speciale alimento che chiamavano  “cibo degli dei”.

La riscoperta della spirulina avviene in Occidente negli anni ’70. Tra il 1964 e il 1965, durante una spedizione nel Ciad, il botanico Jean Lèonard identificò la Spirulina come ingrediente di alcune torte tipiche del posto. Gli scienziati osservarono un grande consumo di questo ingrediente particolarmente ricco di proteine. Da allora la spirulina divenne popolare nei cosiddetti paesi industrializzati come integratore alimentare. Anche un altro popolo antico utilizza tutt’oggi l’alga spirulina, ovvero la popolazione Kanembu e vive lungo le rive del lago Ciad in Africa. Qui gli indigeni ne raccolgono e filtrano l’acqua e dagli stagni circostanti estraggono un “fango blu-verde” che  viene mescolato con i cereali per preparare dolci che ancora oggi fanno parte della tradizione del posto.

Nel 1974, in una conferenza internazionale delle Nazioni Unite sulla malnutrizione, l’alga spirulina fu dichiarata  come “il miglior cibo del futuro” per l’umanità.

A differenza di altri alimenti la Spirulina ha un basso impatto ambientale e un ridotto uso di risorse.  Dagli anni 70 a oggi la ricerca ha evidenziato i sui tanti benefici sulla salute dell’uomo e sugli animali. Oggi l’alga Spirulina viene prodotta in tutto il mondo ed utilizzata in oltre 80 paesi. Si trova oggi come integratore alimentare sotto forma di compresse, capsule, polvere così da adattarlo ad ogni utilizzo. La Spirulina viene prodotta anche un Italia in varie aziende. L’acquisto della spirulina proveniente da coltivazioni è certamente più sicuro rispetto a quella proveniente dai luoghi che ne sono ricchi, in quanto ci sono maggiori controlli riguardo alla salubrità e purezza dell’acqua per la tutela della salute di chi la acquista.

Nel 2018 l’Anses, Agenzia per la sicurezza alimentare francese, dopo aver ricevuto 49 segnalazioni, ha ritenuto necessario creare un documento per avvisare i consumatori dei potenziali rischi dati dall’assunzione incontrollata di spirulina.

La spirulina, infatti, può contenere cianotossine, batteri e tracce di metalli pesanti come piombo, arsenico e mercurio. Se coltivata in condizioni non ottimali, la spirulina può assorbire queste sostanze e indurre allergie: chi soffre di predisposizioni, o coloro che sono affetti da fenilchetonuria, dovrebbero limitarne o evitarne l’assunzione.

L’Anses ha precisato poi che se la spirulina viene consumata in dosi normali non presenta problemi: inoltre consiglia di acquistarla sempre da fonti controllate.

Anche L’European Food Safety Authority (EFSA), riconosce la spirulina come alimento a tutti gli effetti e pertanto non associato ad alcun rischio per la salute: l’importante è non abusarne.

SPIRULINA100 grammiper porzione (10 g)
Kcal29029

Kjoule

1214 

1214,4

Carboidrati (g)

242,4

Grassi (g)

80,8

Proteine (g)

575,7
Colesterolo (g)00
Fibre (mg)3,60,36
Ferro (mg)28,5 (158%)2,85 (15,8%)
Rame (mg)6,1 (305%)0,61 (30,5%)
Manganese (mg)1,9 (95%)0,19 (9.5%)
Magnesio (mg)145 (49%)14,5 (4,9 %)
Riboflavina (mg)3,7 (216%)0,37 (21,6%)
Tiamina (mg)2,4 (159%)0,24 (15,9%)

Vitamina B12 (mcg)*

00
 

La dose massima di spirulina è di circa 10 - 19 g / die, anche per diversi mesi. La dose consigliata è di 10 g / die. 

Nonostante l'elevata presenza di proteine, minerali, vitamine e lipidi, una porzione da 10 o 20 grammi non può essere considerata un alimento completo e come tale non può sostituire un normale pasto. Se utilizzata come supplemento dietetico, la spirulina può comunque rappresentare un aiuto importante nella copertura dei fabbisogni dei vari nutrienti. La spirulina va assunta a periodi, facendo delle pause (3 mesi di assunzione e 3 mesi di sospensione). Gli alginati contenuti nelle alghe, a lungo andare, possono ridurre l’assorbimento del ferro e di altri minerali a livello intestinale.

Il Ministero della Salute ne sottolinea l'effetto fisiologico utile per "l'azione di sostegno e nutriente".

Secondo molte ricerche la spirulina avrebbe importanti proprietà antiossidanti.

Anche se la spirulina è considerata una fonte di proteine alternativa alla carne e non presenta gli stessi inconvenienti delle proteine animali come l’aumento del colesterolo diverse ipotesi smentiscono una sua particolare utilità come sostituto nelle diete vegane e vegetariane

In termini quantitativi, infatti, è caratterizzata da un ottimo apporto di amminoacidi essenziali. Ma, osservando nel dettaglio, dal punto di vista qualitativo il livello di cisteina, lisina e metionina è inferiore rispetto a quello relativo alle proteine animali (anche se superiore a quello dei legumi).

Questa alga sembra essere utile nel controllo dell’appetito: assumerla prima dei pasti, infatti, accelera la comparsa del senso di sazietà. Nessun effetto propriamente dimagrante della spirulina è stato dimostrato. Di certo, trattandosi di un elemento ricco di fibre può aiutare a raggiungere prima il senso di sazietà. Ma non per questo la si può considerare un coadiuvante per la perdita di peso corporeo.

Ma che sapore ha questo prezioso alimento naturale? La spirulina ha un sapore considerato “umami”. L’umani è uno dei cinque gusti fondamentali percepiti dalle cellule recettrici del cavo orale umano. E' stato teorizzato nel 1908 da Kikunae Ikeda, professore di chimica all’Università imperiale di Tokyo. Un sapore che richiama la sapidità, il brodo di carne, i funghi e il glutammato.

Il sapore della spirulina, in particolare, è sapido ma tenue, e non copre gli altri ingredienti. In cucina è preferibile scegliere l’alga essiccata a basse temperature, un metodo che preserva tutte le vitamine naturalmente presenti nell’alga.

Anche il tuo amico a quattro zampe può assumere integratori a base di spirulina. Gli animali – cani, gatti e perfino cavalli – possono trarre beneficio dall’assunzione di spirulina. La spirulina è infatti in grado di migliorare la lucentezza del pelo, la forma fisica in generale e attenuare i problemi di alitosi.

Se data ai cuccioli li porterà a crescere meglio, sviluppando un sistema immunitario più forte. La maggior parte degli animali adora il gusto di queste compresse, quindi è bene evitare di lasciare incustodita la confezione. Come per gli esseri umani, la spirulina può dare ai nostri amici a 4 zampe degli effetti collaterali. In commercio esistono integratori specifici per gli animali: la dose giornaliera da rispettare è di 1 grammo per ogni 5 chili di peso (chiedi sempre al veterinario).

Nel mondo della cosmesi è stata avviata la produzione di creme per il viso contro l’invecchiamento cutaneo e di prodotti per i capelli.

ATTENZIONE:

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico.

Prodotti correlati

Condividi questo contenuto

I più venduti

PayPal

Logo Trovaprezzi